Blog
24 settembre 2014 by SEO & Marketing

Facebook Ads vs Google Adwords: qual’è il  migliore?

Per investire in una campagna di promozione online, dobbiamo sia aver chiaro dove e chi andare a colpire, sia conoscere gli strumenti più adatti a realizzare i nostri obiettivi  in modo efficace.
Raggiungere i potenziali clienti online è diventato semplice grazie a Google Adwords, per questo è stato per diversi anni il re indiscusso della pubblicità online.
Ora però le cose stanno cambiando: la mole di dati personali e preferenze degli utenti raccolta da Facebook è sterminata.
Basti pensare a quanti “like “ clicchiamo ogni giorno per fare una stima di cosa Facebook sa di noi, dei nostri interessi e dei nostri hobby.
Da quando Facebook utilizza questi dati per far incontrare nel miglior modo possibile domanda e offerta, mostrando pubblicità nella pagina personale degli utenti, la comunità del web si interroga se Facebook Ads sia uno strumento migliore di Google Adwords.

Google Adwords

Quando parliamo di Google Adwords dobbiamo distinguere due diverse tipologie di inserzioni:
La prima è la Rete Search, ossia le pubblicità nella SERP (Search Engine Results Page), nei risultati delle ricerche fatte su Google.
Raggiungere un utente nel momento in cui manifesta il proprio interesse ad un nostro prodotto o servizio, significa fare una proposta mirata ad un potenziale cliente.
La finalità della Rete Search è quindi allargare le nostre proposte ad un maggior numero di utenti interessati, inoltre più precise saranno le ricerche degli utenti migliore sarà la proposta visualizzata e maggiore sarà la predisposizione all’acquisto.
L’altra tipologia di inserzioni è la Rete Display, composta dai messaggi testuali, dai banner e dai video all’interno dei siti web.
Simile alle pubblicità tradizionali, le inserzioni nelle pagine web hanno lo scopo aumentare il brand awareness, ossia la notorietà del brand, e il numero di utenti raggiunti (audience).
Tuttavia i costi di acquisizione risultano essere alti in quanto la ricerca sui motori è solo il primo degli step che l’utente percorre prima di acquistare.
Google Adwords consente di tenere costantemente monitorato l’andamento delle campagne e di corregge il tiro se dovesse essere necessario.

Facebook Ads

L’incredibile mole di informazioni che Facebook possiede, sono il cardine attorno il quale ruota l’attuale successo del social network più utilizzato al mondo (1,25 miliardi di utenti a febbraio 2014).
Le Facebook Ads sono uno strumento che ci permette di mostrare i nostri annunci a target mirati, selezionati per età o posizione geografica, interessi.
Con Facebook Ads possiamo promuovere una pagina Facebook e i suoi post, un sito web o un’applicazione, attraverso due canali:
Il primo è utilizzare le inserzioni che appaiono nella barra verticale a destra, e sono composte da titolo e contenuto dell’inserzione.
Il secondo metodo è mostrare delle notizie sponsorizzate che contengono l’interazione tra uno o più contatti del tuo target e il contenuto che pubblicizzi. Le notizie sponsorizzate appaiono nella parte centrale o nella barra verticale di destra.
Gli obiettivi di una campagna su Facebook Ads sono: raggiungere le persone giuste nel modo più efficace grazie alla selezione precisa del target, creare un brand awareness sul web entrando direttamente nella pagina personale, coinvolgere e influenzare il maggior numero per persone vicine al nostro target.
Anche Facebook consente di tenere monitorato l’andamento delle campagne Ads, anzi nel menu “gestione inserzioni” ci rende conto che è necessario un lavoro preciso e studiato. Il rischio che si corre ad improvvisare è arrecare danni all’immagine dell’azienda mandando messaggi errati e che disturbano gli utenti.

Conclusioni

Google Adwords e Facebook Ads sono due strumenti diversi, una comparazione più approfondita tra i due, per esempio su misure come il Roi (return on investment), è di difficile realizzazione, in quanto realtà aziendali diverse hanno necessità diverse.
Entrambi gli strumenti sono adatti per azienda di qualsiasi dimensione. Non è vero infatti che solo le grandi aziende traggono vantaggio da questi strumenti di promozione.
Per esempio, possiamo promuovere un negozio di abbigliamento locale selezionando al meglio il target per avere i maggiori risultati spendendo il meno possibile, oppure possiamo mostrare un banner pubblicitario solo a chi naviga da una specifica località ed è interessato ad un nostro prodotto.
La ricetta perfetta è progettare una strategia di advertising integrata, che copre ogni fase del processo di acquisizione del cliente, il budget, tuttavia, non sempre lo consente.
La soluzione è mettere nero su bianco gli obiettivi da raggiungere e studiare una campagna pubblicitaria che consenta di raggiungerli nel miglior modo possibile.

0 Commenti

Agenzia Biquadro

Entra in contatto con la nostra Agenzia Web. Per qualsiasi richiesta vostra richiesta non esitate a contattarci, saremo lieti di aiutarti!

Telefono: 0423 759385
Email: info@biquadroagency.it
Modulo Contatti: Scrivici

Ultimi Lavori

Condividi con i tuoi amici