Blog
9 Gennaio 2020 by SEO & Marketing

Google Bert: cos’è, come funziona e quali siti colpisce

Bidirectional Encoder Representations from Transformers, questo l’acronimo completo del più recente e più grande aggiornamento algoritmico di Google degli ultimi 5 anni

In realtà quello che oggi definiamo simpaticamente BERT non è altro che il frutto di un processo evolutivo che Google porta avanti ormai da tempo, alla continua ricerca di una perfetta interpretazione delle query complesse e a coda lunga, quelle esprimono meglio il linguaggio naturale dell’uomo.

In altri termini Google utilizza BERT per cercare di comprendere meglio il contesto di una query di ricerca e di interpretare più accuratamente il significato delle singole parole. Questa svolta si basa su modelli matematici che analizzano una parola in relazione a tutte le altre parole della frase, e non guardano semplicemente al significato delle parole prese singolarmente in quanto tali. 

 

Quando è stato lanciato e dove è attivo BERT

BERT è stato lanciato ufficialmente il 24 ottobre 2019, come ha annunciato Pandu Nayak, Vice President of Search di Google, in un post sul blog . Tuttavia, l’influenza di BERT non è (ancora) identica in tutti i Paesi e gli aspetti della ricerca:

  • Risultati di ricerca organici: per cominciare, l’aggiornamento BERT è stato implementato per il calcolo dei risultati di ricerca statunitensi su Google.com, con ripercussioni sul 10% dei risultati di ricerca totali.
    In altri paesi BERT non è stato ancora attivato, come conferma questo scambio di battute tra Gianluca Fiorelli e Danny Sullivan su Twitter.

Gianluca Fiorelli Danny Sullivan

  • Snippet in primo piano: al contrario l’implementazione dell’aggiornamento BERT avviene in modo diverso per gli snippet in primo piano, che vengono visualizzati sopra i risultati di ricerca organici nella cosiddetta posizione zero e includono un testo, una tabella o un elenco. Per questi risultati BERT è già attivo in tutte le 25 lingue per le quali Google mostra snippet in primo piano.

 

Quali query sono maggiormente interessate da questo aggiornamento?

Come abbiamo detto BERT influisce soprattutto sulle query di ricerca a coda lunga. Migliora inoltre l’interpretazione del contesto per query più lunghe che vengono digitate (o cercate tramite ricerca vocale) sotto forma di domanda.

Sul suo blog Google ha fornito alcuni esempi di query di ricerca che BERT aiuta a comprendere meglio e per le quali il motore di ricerca fornisce ora risultati più pertinenti. Vediamone insieme uno dei più esemplificativi.

search result brazil travelers visa

In questo esempio Google mette in luce l’importanza della parola “to” e la sua relazione con gli altri termini, che precedentemente veniva sottovalutata. Nell’esempio in questione abbiamo infatti a che fare con qualcuno che dal Brasile vuole andare negli Stati Uniti, non il contrario.

 

Come devono comportarsi i SEO e webmaster?

Innanzitutto sottolineiamo ancora una volta come BERT non è ancora del tutto operativo nei risultati di ricerca italiani. Detto ciò possiamo dire che c’è un’ottima notizia da tenere in conto anche quando sarà completamente attivo nelle nostre serp.

La buona notizia è questa: non c’è assolutamente alcun motivo di preoccuparsi di BERT, soprattutto se scrivi in maniera semplice e naturale. Anzi, oserei dire che in questo caso puoi addirittura essere positivo rispetto a questo aggiornamento algoritmico. 

In passato i vari aggiornamenti dell’algoritmo di Google hanno generato il panico nel mondo SEO, soprattutto perché Google era notoriamente misterioso sulle procedure e le finalità dei suoi aggiornamenti. Questa volta non è così.

L’aggiornamento BERT, infatti, mira a fare solo una cosa: rendere più semplice e naturale le ricerche su Google e ricevere risultati più pertinenti sulla base di tali ricerche. Scrivi in maniera semplice e naturale e sarai sicuramente premiato!

Non ne sei ancora convinto? Allora ti lascio con questa risposta in merito, rilasciata ancora una volta da Danny Sullivan.

danny Sullivan joen hulsen

0 Commenti

Agenzia Biquadro

Entra in contatto con la nostra Agenzia Web. Per qualsiasi richiesta vostra richiesta non esitate a contattarci, saremo lieti di aiutarti!

Telefono: 0423 759385
Email: info@biquadroagency.it
Modulo Contatti: Scrivici

Ultimi Lavori